750 years between Inferno and Paradiso passing through Purgatorio
TWO group exhibitions of panting and sculpture in honor of Dante Alighieri 1265 - 2015

1/7

​Download Press Release PDF

Italian Version PDF

[Scroll down for Italian version / Testo in italiano al termine della versione in inglese]

“750 years between Inferno and Paradiso passing through Purgatorio –

two group exhibits of painting and sculpture in honor of Dante Alighieri 1265 - 2015”

September 19 to October 1, 2015, Via Cavour 85 will be celebrating the second half of the event

 

AREZZO – Saturday, September 19 at 6PM, at Via Cavour 85 in the historical center of Arezzo, the exhibition “750 years between Inferno and Paradiso passing through Purgatorio – two group exhibits of painting and sculpture in honor of Dante Alighieri 1265 – 2015” will take place the second opening reception.

 

Via Cavour 85 celebrates the 750th anniversary of the birth of the “father” of the Italian language with 44 artists, of which 35 are Italian and 9 international.

 

The exhibit, curated by Daniele Alfani and Professor Mario Belardi, enjoys the artistic direction of both Californian artist and founder of Via Cavour 85 Danielle Villicana D’Annibale and light designer Maurizio D’Annibale. The first group exhibition was honored and enriched by the participation of noted art historian Liletta Fornasari, while the second inauguration will be embellished by the presence of historian and art critic Daniela Pronestì of Toscana Cultura.

After the great success and enormous turnout at the first appointment from September 5 to September 17, 22 new authors will be showcased.

At the second group exhibit, from September 19 to October 1, will be present: Demetrio Vladimiro Andidero, Giulia Bucciarelli, Dina Cangi, Giuseppe Ciccia, Gianna Cocchi, Pippo Cosenza, Mària Magdolna Czakò, Michele Foni, Fljouza (Francesca) Gaisina, Susi La Rosa, Carmelo Lombardo, Lucjan Marku, Orlando Poggi, Cinzia Prosperi, Paolo Remondini, Armando Schiavone, Sara Sorrentino, Joy Stafford Boncompagni, Riccardo Terziani, Mario Valentini, Annamaria Veccia and Chiara Bigiarini Whitworth.

 

The presentation will be once again entrusted to Professor Belardi, with the presence of the artists, the co-curator Daniele Alfani and journalist Fabrizio Borghini for the transmission of Incontri con l'Arte (Encounters with Art) of Toscana TV. The opening reception, Saturday, September 19, also at 6PM, will be accompanied by the original music by Piero Nissim (voice) and Franco Meoli (piano), who will present “Around Dante. Poets set to music,” with texts of Maria Teresa d’Avila, Michelangelo, Lorenzo de’ Medici and others.

 

Saturday, September 26 at 6PM, always at Via Cavour 85, a new collateral event by the title of “Readings from the Divine Comedy” & “Parenthesis on Dante,” who will include the protagonists Professor Mario Belardi as well as other poets.

 

The group exhibition may be visited, at free entrance, during the following hours: Tuesday to Saturday, from 4PM to 8PM, or by appointment. All the events are at free entrance and are accompanied by delicious refreshments.

 

“750 years between Inferno and Paradiso passing through Purgatorio” enjoys the collaboration with the Association Toscana Cultura, as well as the Media partner Toscana TV and is sponsored by Generali Italia S.p.a. Divisione Toro - Arezzo Agency, Generali Agents Carlo A. Minozzi and Luigina Martinelli and Villa Margherita a Paradise for Artists in Tuscany.


For further information, please contact Danielle Villicana D’Annibale at (+39) 338 6005593 or at the following email: villicanadannibaleinc@gmail.com.


Please follow and share with Danielle Villicana D’Annibale and Via Cavour 85 on Facebook (@viacavour85Arezzo), Twitter (@ViaCavour85AR), Pinterest (pinterest.com/daniellevillica), YouTube (youtube.com/user/villicanadannibale), Google+ (@Danielle Villicana D’Annibale) or by the hashtags #DanteAlighieri, #750annibetweenInfernoandParadisopassingthroughPurgatorio, #Daniele Alfani, #ProfMarioBelardi, #DanielleVillicanaDAnnibale, #MaurizioDAnnibale, #LilettaFornasari, #FabrizioBorghini and #ViaCavour85.

________________________________________________________________________

“750 anni tra Inferno e Paradiso passando per il Purgatorio – due collettive di pittura e scultura in onore di Dante Alighieri 1265 - 2015”

Dal 19 settembre al 1 ottobre 2015 al via la seconda parte dell’evento

 

AREZZO – Sabato 19 settembre, alle ore 18, negli spazi espositivi di Via Cavour 85 ad Arezzo, inaugurerà la seconda parte della mostra collettiva “750 anni tra Inferno e Paradiso passando per il Purgatorio - due collettive di pittura e scultura in onore di Dante Alighieri 1265 - 2015”.

Via Cavour 85 celebra il 750° anniversario della nascita del “padre” della lingua italiana con 44 artisti, di cui 35 italiani e 9 internazionali.

 

L’esposizione, a cura di Daniele Alfani e del professor Mario Belardi, si avvale della direzione artistica dell’artista californiana e fondatrice di Via Cavour 85 Danielle Villicana D’Annibale, coadiuvata dal light designer Maurizio D’Annibale. La prima collettiva era arricchita della partecipazione della storica dell’arte Liletta Fornasari, mentre la seconda inaugurazione sarà impreziosita dalla presenza della storica e critica d’arte Daniela Pronestì di Toscana Cultura.

 

Dopo il primo appuntamento, svoltosi con grande successo ed enorme presenza di pubblico dal 5 settembre al 17 settembre, sarà la volta di altri 22 autori.

Alla seconda collettiva, dal 19 settembre al 1° ottobre, saranno presenti: Demetrio Vladimiro Andidero, Giulia Bucciarelli, Dina Cangi, Giuseppe Ciccia, Gianna Cocchi, Pippo Cosenza, Mària Magdolna Czakò, Michele Foni, Fljouza (Francesca) Gaisina, Susi La Rosa, Carmelo Lombardo, Lucjan Marku, Orlando Poggi, Cinzia Prosperi, Paolo Remondini, Armando Schiavone, Sara Sorrentino, Joy Stafford Boncompagni, Riccardo Terziani, Mario Valentini, Annamaria Veccia e Chiara Bigiarini Whitworth.

 

La presentazione è affidata ancora una volta al professor Mario Belardi, alla presenza degli artisti, del co-curatore Daniele Alfani e del giornalista Fabrizio Borghini per la trasmissione Incontri con l'Arte di Toscana TV.

L’inaugurazione, sabato 19 settembre alle ore 18, sarà accompagnata dalle musiche originali di Piero Nissim (voce) e Franco Meoli (piano), che presenteranno “Intorno a Dante. Musicare i poeti”, con testi di Maria Teresa d’Avila, Michelangelo, Lorenzo de’ Medici e altri.

 

Sabato 26 settembre alle ore 18, sempre a Via Cavour 85, un nuovo evento collaterale dal titolo “Letture della Divina Commedia” & “Divagazioni su Dante”, vedrà protagonisti Mario Belardi e altri poeti.

 

La collettiva rispetterà i seguenti orari: dal martedì al sabato dalle ore 16 alle ore 20, e dietro appuntamento nei restanti giorni. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito e accompagnati da gustosi rinfreschi.

 

“750 anni tra Inferno e Paradiso passando per il Purgatorio” gode della collaborazione dell’Associazione Toscana Cultura, nonché della partecipazione del media partner Toscana TV ed è sponsorizzato da Generali Italia S.p.a. Divisione Toro - Agenzia di Arezzo, Agenti Generali  Carlo A. Minozzi e Luigina Martinelli e Villa Margherita a Paradise for Artists in Tuscany.

 

Per tutte le altre informazioni si prega di contattare Danielle Villicana D’Annibale a (+39) 338 600 5593 o alla seguente email: villicanadannibale@gmail.com. Tutte le immagini sono coperte da copyright.

 

Si prega di seguire e condividere con Danielle Villicana D’Annibale e Via Cavour 85 su Facebook (@viacavour85Arezzo), Twitter (@ViaCavour85AR), Pinterest (pinterest.com/daniellevillica), YouTube (youtube.com/user/villicanadannibale), Google+ (@Danielle Villicana D’Annibale) o tramite gli hashtags #DanteAlighieri, #750annitraInfernoeParadisopassandoperilPurgatorio, #Daniele Alfani, #ProfMarioBelardi, #DanielleVillicanaDAnnibale, #MaurizioDAnnibale, #LilettaFornasari, #FabrizioBorghini e #ViaCavour85.

 

BREVI BIOGRAFIE DEGLI ARTISTI

Nella seconda collettiva dal 19 settembre al 1 ottobre espongono:

 

Demetrio Vladimiro Andidero nasce a Reggio Calabria nel 1963, città dove ha frequentato il Liceo artistico “Mattia Preti” e l’Accademia di Belle Arti. Dal 1984 espone con successo sia in Italia, sia all’estero. Pittore e scultore di talento, Andidero mette curiosità infinita e maestria in ogni opera che crea. Che essa sia figurativa o astratta, seria o umoristica, l’artista lavora sempre in un’ottica di ricerca personale. Dal 1990 vive e lavora ad Arezzo, dove insegna Discipline plastiche e scultoree presso il Liceo Artistico “Piero della Francesca”. 

 

Giulia Bucciarelli nasce a Foggia nel 1979, ma ha vissuto e studiato ad Arezzo. Durante gli studi universitari in Discipline economiche a Firenze, ha frequentato la Scuola Libera del Nudo e gli studi di alcuni pittori italiani. Dopo la laurea ha deciso di dedicarsi all'arte a tempo pieno e ha seguito corsi di anatomia artistica e ritratto presso una rinomata scuola russa con sede a Firenze. Ha conseguito il diploma triennale in Pittura presso l'Accademia internazionale “Angel Academy of Art” con sede a Firenze. Oggi insegna presso tale Accademia e continua la sua ricerca personale nel campo della pittura figurativa, sviluppando tematiche proprie e accettando commissioni di ritratti, paesaggi e nature morte. È presente in collezioni private e ha partecipato a numerose mostre collettive. Vive e lavora a Firenze.

 

Dina Cangi nasce ad Arezzo, dove vive e lavora in località Chiani. Dopo il diploma di scuola superiore si dedica all’arte esercitando, con un’assidua ricerca di colori, luci, superfici e materiali, la pratica della pittura. È appassionata di antropologia e archeologia. L’artista nutre un grande apprezzamento per la tradizione e la cultura del passato, che tende a recuperare, filtrare e restituire attraverso le suggestioni dei suoi lavori, con gli occhi e il cuore di chi vive da militante l’arte della propria contemporaneità. Fin dalle sue prime apparizioni in mostre collettive, rassegne e concorsi, la Cangi ottiene immediati riconoscimenti di pubblico e critica. Dagli anni Novanta espone con personali e collettive in Italia e all’estero. Da ricordare i successi ottenuti a Berlino, Düsseldorf e Regensburg (Germania), Atlanta (U.S.A.) e Ghent (Belgio). Alcune delle sue opere fanno parte di collezioni pubbliche e private.

 

Giuseppe Ciccia nasce a Messina nel 1946. Inizia nel 1963 la sua attività viaggiando tra Messina, Roma, Firenze, Basilea, New York, Tokio, partecipando ai grandi movimenti dell’arte contemporanea. Nel 1968 si trasferisce a Firenze e consegue la laurea all’Accademia di Belle Arti e l’abilitazione all'insegnamento di Disegno e Storia dell'arte, Pittura e Anatomia artistica. Svolge la professione di docente al liceo Scientifico, Artistico e all’Accademia di belle arti di Tokio, con sede a Firenze. In questi anni il suo modo di dipingere è ancora di matrice Neo-espressionista, ma influenzato dalle suggestioni della pittura americana, dall’Espressionismo Astratto e dalle tendenze gestuali e comportamentali del periodo. Nel 1975 fonda il Movimento artistico denominato “Assurgentismo”. Numerose le partecipazioni in mostre collettive e personali, in Italia e all'estero. Sue opere sono presenti in spazi pubblici, musei e istituti religiosi. Vive e opera a Firenze.

 

Gianna Cocchi nasce nel Mugello. Nel 1992 si trasferisce a Firenze e tra lavoro e famiglia decide di impegnarsi seriamente alla sua vera passione: la pittura. Si iscrive alla Scuola di pittura della professoressa Andrea Sole Costa, dove approfondisce le varie tecniche, raggiungendo in questi anni di attiva ed incessante ricerca una delle grandi mete di ogni artista: uno stile personale. Gianna spazia tra il ritratto, la natura morta e il paesaggio, ma la troviamo artista inconfondibile nell’uso personalissimo della spatola che richiede una gestualità, un’immediatezza che, alle volte, nei dipinti a pennello si perdono. Riesce sempre a creare atmosfere cromatiche gioiose e a comunicare un senso di vita in movimento. In questi anni ha partecipato a numerose mostre collettive e personali, tra cui la Biennale di Firenze 2013, Palazzo Medici Riccardi a Firenze nel 2014 e la personale a Barberino di Mugello a Palazzo Pretorio nel 2014.

 

Pippo Cosenza nasce a Palermo. Studia Ingegneria Nucleare all’Università palermitana ma già durante gli anni siciliani si manifesta prepotente l’esigenza della creatività artistica, con predilezione per la pittura. Si trasferisce nel 1969 a Perugia dove svolge la sua attività professionale nel campo della progettazione industriale, dell’informatica e dell’insegnamento. In Umbria si laurea in Tecniche della scultura all’Accademia di Belle Arti di Perugia. Questa dualità dell’anima di Pippo Cosenza, materialmente distante, ma sentimentalmente vicino alla terra dell’infanzia e dell’adolescenza, viene trasfigurata nei suoi artefatti per il tramite del filo della memoria che visualizza con simboli magici la nostalgia per il tempo passato e per il luogo lontano. Cosenza svolge un’intensa attività espositiva e come curatore e organizzatore di eventi.

 

Mària Magdolna Czakò nasce a Zalaegerszeg (Ungheria) nel 1957. Si diploma al Liceo artistico di Pècs nella sezione ceramica-scultura e si laurea in Grafica artistica all’Accademia di Belle Arti di Budapest. Dopo il periodo accademico trova spazio nel mondo delle illustrazioni per l’editoria e in quello della progettazione di figure per film d’animazione. Nel 1990 si trasferisce in Toscana, dove grazie all’argilla crea forme che rappresentano destini e caratteri umani, visioni reali e oniriche, ispirazioni di spazi vitali. Ha esposto in mostre personali e collettive in Ungheria, Italia, Cuba, Finlandia, Austria e Germania. 

 

Michele Foni nasce a Città di Castello (PG) nel 1967, e vive a Sansepolcro (AR). Ha illustrato pubblicazioni del Comune di Sansepolcro, cartoline, il calendario del Coro Città di Piero, realizzando dipinti anche per luoghi pubblici. Ha partecipato a mostre collettive in Italia e all'estero ed ha realizzato una mostra personale di disegni dal dicembre 2004 al gennaio 2005 dal titolo "House portraits and landscapes" a Sansepolcro. Si è dedicato all'arte anche come redattore di testate giornalistiche e nell'ambito di trasmissioni televisive che conduce sia per la Saturno Web Tv sia per Euromedia Comunication in onda sul canale 211 di Trg. Si dedica alla vetrofusione sotto la guida della maestra Antonella Farsetti. Tiene corsi di pittura per bambini in istituti pubblici e nell'ambito dei campi avventura nazionali di varie società, in qualità di educatore animatore. Da oltre sedici anni è presidente della Compagnia Artisti di Sansepolcro.

 

Fljouza Gaisina (Francesca Gaisina) nasce a Tashkent (Uzbekistan) nel 1967. Fin da piccola coltiva la passione per il disegno. Dopo la laurea in Ingegneria con specializzazione in Tessili e pellame, ha lavorato alla Casa della Moda di Tashkent come stilista di scarpe e nel frattempo ha frequentato corsi di pittura e la Scuola d’arte di Tashkent, imparando le tecniche dell’acquerello e della matita su carta. Dopo il trasferimento in Italia, negli anni Novanta, frequenta corsi di disegno, di nudo dal vero, e acquisisce altre tecniche, come l’olio su tela. Dal 2003 fa parte del gruppo di “Cenacolo degli Artisti Aretini”con cui espone regolarmente con collettive in Italia e all’estero. Nel 2012 riceve apprezzamenti di pubblico e critica al 2° Festival Internazionale dell'Arte, organizzato nell’Ambasciata dell'Iraq presso la Santa Sede.

Orlando Poggi nasce a Catanzaro nel 1966 da padre forlivese e madre fiorentina. Cresce coltivando la passione del disegno e della fotografia tramandatagli dal padre. Negli anni Novanta inizia un percorso insieme a un amico fotografo che lo porta a cimentarsi sul bianco e nero, la fotografia di studio e i servizi fotografici. Successivamente lavora per due riviste milanesi ed è co-fondatore di L’Harmonizer Studio, che si occupa prevalentemente di pubblicità, dove cura la parte d'immagine sia con il disegno, grafica e  fotografia. Gli stati d’animo sono oggetto della sua ricerca, che esprime tramite il disegno del corpo umano stilizzato tendente al fumetto. Dopo una lunga pausa, insieme a Susi La Rosa crea un laboratorio artistico dove sviluppare l’arte del riciclo, la pittura su tela e la lavorazione del legno. Oggi continua la rielaborazione del suo stile e dei corpi che disegna, dando un'anima più sofisticata alle opere con tecniche miste.

 

Susi La Rosa nasce a Milazzo (ME), dove forma la sua anima artistica conseguendo il diploma di maestro d'arte. Arricchisce la sua esperienza collaborando con la compagnia teatrale "Il Chersoneso d'Oro" allestendone le scenografie. Con il trasferimento a Firenze approfondisce i suoi studi presso l'Accademia delle Belle Arti. Fonda con Orlando Poggi il laboratorio artistico "L'Oche", mettendo in pratica la sua esperienza con creazioni e realizzazioni d'oggetti d'arredo con tecniche di riutilizzo e restauro di mobili e complementi. Espone regolarmente con personali e collettive, soprattutto nel territorio toscano. Sue opere sono presenti in importanti collezioni private.

 

Lucjan Marku nasce a Tirana (Albania) nel 1966. Si diploma nel 1984 al Liceo artistico in Disegno tessile. Nel 1990 si trasferisce in Sicilia, dove partecipa a varie mostre collettive ed estemporanee nelle zone di Alcamo e Trapani. Dal 2002 vive ad Arezzo, dove frequenta il Cenacolo dei Artisti Aretini con cui partecipa a varie mostre collettive in Italia e all’estero.

 

Cinzia Prosperi nasce a Città di Castello (PG). Ha lavorato per molto tempo nel settore moda. Da diversi anni si dedica alla vetrofusione perché le piace e perché può dare sfogo alla sua fantasia usando un materiale affascinante, bello, trasparente e a volte pericoloso. La vetrofusione è una delle tecniche più apprezzate di lavorazione del vetro. In pratica vetro policromo che viene tagliato con il diamante, smussato e quindi messo dentro forni appositi dove ha un ciclo di fusione di 24 ore a 820° gradi. L’artista valtiberina ha partecipato a importanti mostre e premi, riscuotendo sempre ottimi risultati e consensi.

Paolo Remondini nasce a Massa Lombarda (RA), dove vive e dipinge. Si diploma al Liceo artistico di Ravenna e quindi si laurea alla Facoltà di Architettura dell'Università di Firenze. Oggetti d'uso quotidiano o semplici suppellettili, che evocano posture umane, diventano protagonisti della sua pittura e sembrano volersi far ritrarre dentro una natura silente, affiorando quali presenze allusive o profili di luce dall'aspetto monocromo e vibrante. Come silhouette allineate, in ampie campiture di cromie a tinta unita, vasi, brocche, bottiglie o bicchieri espongono le loro forme con pulsante vitalità, simili ad apparizioni metafisiche che recitano su un palcoscenico improvvisato o si stagliano autonomamente su sfondi magicamente sospesi, raccontando il silenzio degli esseri umani.

 

Armando Schiavone nasce a Casal di Principe (CE) nel 1956. Vive a Napoli e si diploma all’Istituto d’Arte “F. Palizzi” nel 1976, nella sezione Decorazione Pittorica. Negli anni Ottanta affresca molti locali privati del capoluogo campano definendo e coniando il proprio lavoro come "Grafica d'ambiente". Inoltre dal 1979 al 1989 collabora artisticamente al carcere minorile di Nisida. Nel 1999 si diploma all' Istituto d’arte “U. Boccioni” di Napoli, in fotografia e grafica pubblicitaria. Nel 2000 si trasferisce ad Arezzo e si laurea all’Università di Siena in Beni Culturali nel 2010. Dopo aver lavorato al “Magiotti” di Montevarchi come assistente tecnico fotografico, attualmente svolge il ruolo di tecnico di laboratorio nelle Discipline pittoriche, grafiche e fotografiche al Liceo Artistico “Piero della Francesca” di Arezzo.

 

Sara Sorrentino nasce a Caserta nel 1949. Autodidatta, i suoi primi lavori a matita e a china risalgono al 1963. Dal 1964 realizza dipinti a olio e partecipa a varie manifestazioni artistiche, personali, collettive ed estemporanee in Italia e all'estero. Trasferitasi nel 1999 a Firenze, dal 2010 vive e lavora ad Arezzo.

 

Joy Stafford Boncompagni nasce in Inghilterra, dove si è laureata in pittura alla Norwich School of Art nel 1978. Lavora con acquerello, olio e pastello e negli ultimi anni ha scoperto il mondo della vetrofusione che le ha aperto nuove vedute. Dal 1983 vive e lavora a Sansepolcro (AR), dove ama dipingere “en plein air” ed è affascinata dal “genius loci”. Negli anni ha esposto in personali e collettive e partecipato con successo a numerosi premi e concorsi. Le sue opere sono in collezioni private di Giappone, USA, Nuova Zelanda, Germania e Inghilterra. 

 

Riccardo Terziani nasce ad Arezzo nel 1973. In età adolescenziale sviluppa le passioni per la musica e per i generi cinematografici dell’horror e della Nouvelle Vague di fine anni Cinquanta. Nel periodo universitario affronta con entusiasmo scrittori come Proust, Yourcenar, Camus e Robbe-Grillet. Nel 2006, viene introdotto nell’azienda Copy One – oggi Copy Service di cui è socio – dove si dedica con passione al mondo della grafica. Nel frattempo si avvicina allo scrittore David Herbert Lawrence, del quale abbraccia l’idea antiprogressista, e scopre gruppi quali The Focus Group, The Advisor Circle e Belbury Poly di cui condivide la logica passatista. Nel 2013 espone alla Villicana D’Annibale Galleria D’Arte con la sua prima mostra personale. 

 

Mario Valentini nasce a Montevarchi (AR) dove oggi vive e lavora. Si forma a Firenze a partire dalla fine degli anni Sessanta. Frequenta, frequentando in particolare lo studio di Nazzareno Malinconi. Apre un suo spazio in via Borgo Ognissanti e quindi in via Pellicceria, dove resterà fino al 1981. Consolidata la sua capacità artistica e la sua formazione culturale, si dedica a opere di decisa forza espressiva con cui affronta il tema dell’uomo di fronte a se stesso. Espone in mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Tra le commissioni più importanti la pala per il chiostro della collegiata di Casole d’Elsa (SI) assieme a Mario Carducci. Le sue opere figurano in collezioni private di tutto il mondo.

 

Annamaria Veccia nasce a Roma da una famiglia di origini veneto-partenopee e risiede da tempo a Sansepolcro (AR), dove ha il suo studio. Deve la propria formazione artistica a Firenze, città nella quale consegue il diploma al Liceo artistico e dove frequenta alcuni corsi all'Accademia di Belle Arti - sezione nudo. L'incontro con il maestro Pietro Annigoni sarà per lei fondamentale. Dopo un periodo di ricerca abbraccia le correnti impressionista ed espressionista, dedicandosi soprattutto al paesaggio toscano e umbro. La sua è una tavolozza ricca, dove il colore predomina con energia. La pennellata è decisa pur senza rinunciare ai tratti dolci e alla voglia di catturare l'attimo. Ha allestito mostre personali in Italia e all'estero e partecipato con successo a vari concorsi. 

 

Chiara Bigiarini Whitworth nasce ad Arezzo, dove si diploma al Liceo classico. Negli anni Ottanta frequenta il corso di Comunicazione e Grafica pubblicitaria a Firenze, patrocinato dalla Regione Toscana, e in seguito lavora nella comunicazione visiva a vario titolo, specializzandosi nella progettazione grafica dell'evento nell'ambito culturale. Negli anni Novanta è art director in un'agenzia di Roma e si occupa di progettazione grafica visual di eventi congressuali nazionali. Dopo una breve trasferimento negli Stati Uniti torna a lavorare in Italia. Da anni collabora con le Officine della Cultura di Arezzo per importanti festival, eventi e progetti culturali.

Follow us, Like & Share

  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon
  • Instagram - White Circle
  • White YouTube Icon

Copyright © 2019 Villicana D'Annibale, Inc.    All rights reserved.    Terms & Conditions.   Privacy Policy.